All posts tagged: michele croce

fotoAgsm1

Agsm presenta il piano industriale

Sviluppo e sostenibilità ambientale: un binomio indissolubile che accompagnerà in maniera più forte Agsm e le sue società controllate nei prossimi anni. E’ stato presentato nei giorni scorsi il Piano Industriale 2018-2021 della società di lungadige Galtarossa, guidata da Michele Croce. Dopo appena una settimana dall’approvazione del bilancio 2017 che ha fatto registrare numeri e performance di assoluto rilievo e che confermano Agsm tra le utilities di maggiore importanza nello scenario nazionale, ancora dati importanti che caratterizzano un imponente piano di crescita – sviluppato con il supporto dell’advisor strategico PwC – non solo per Agsm, ma per l’intera città di Verona ed il suo tessuto economico e industriale. Forte degli ottimi risultati ottenuti in termini di efficientamento, sinergie conseguite, riduzione dell’indebitamento e incremento strutturale, il Gruppo Agsm ha quindi annunciato le sue intenzioni strategiche, identificando principalmente in tre fattori il fulcro della previsione del proprio sviluppo aziendale: espansione, sostenibilità ambientale e mantenimento ed ottimizzazione delle proprie strutture e dei propri asset. Si guarda a nord-est in un’ottica di aggregazione territoriale, con uno sviluppo cross-business e partnership funzionali.

IMG_3902fotoAgsm1

Partnership che consentiranno ad Agsm di espandersi, riconoscendo il valore della propria struttura e competenze nelle attività di fornitura di energia elettrica e gas anche al di fuori del territorio scaligero, perseguendo contestualmente una strategia sempre più “green” all’insegna dello sviluppo della mobilità elettrica e della valorizzazione delle infrastrutture di illuminazione pubblica e delle telecomunicazioni. Una crescita che, come detto, sarà accompagnata da una forte sostenibilità ambientale, partendo anche dal rilancio della piattaforma ecologica di Ca’ del Bue. Saranno inoltre costruite nuove infrastrutture che andranno a beneficio dell’intera collettività: dalla realizzazione di nuovi impianti idroelettrici, al potenziamento dei parchi eolici e degli impianti fotovoltaici, allo sviluppo di un polo per il trattamento dei fanghi da depurazione civile, fino all’estensione del servizio di teleriscaldamento in aree ad oggi non servite. Nuove infrastrutture, ma anche manutenzione ordinaria e straordinaria, potenziamento ed adeguamento degli impianti già esistenti. L’obiettivo è quello di consolidare ed incrementare il business della vendita gas ed energia elettrica, ampliando il portafoglio clienti e ottimizzando e limitando, come certificato dal recente Bilancio, spese superflue e costi gestionali. “Le linee guida strategiche consentiranno il perseguimento degli obiettivi di crescita attraverso il miglioramento dei principali parametri operativi – ha commentato il presidente Michele Croce Un piano particolarmente vasto e orientato allo sviluppo e alla crescita del gruppo. Particolare importanza rivestirà in questo senso la crescita dei business e delle aggregazioni. Un piano industriale che siamo orgogliosi di presentare alla città e ai suoi cittadini e che ci permette di affrontare le transizioni e i cambiamenti che stanno ridefinendo il mercato nazionale dell’energia e delle multiutility. L’impegno nel miglioramento continuo delle attività è un driver fondamentale per la crescita del gruppo; attenzione al contenimento dei costi ed efficientamento dei servizi, saranno le leve per essere più competitivi e confermarsi leader nei territori serviti – conclude Croce La strategia di Agsm fa leva su punti di forza storici come il forte legame con i clienti, la loro centralità e le relazioni con i territori di riferimento. Una value proposition distintiva, basata su integrazione dell’offerta, servizi moderni, efficienti e all’avanguardia. Valori e performance economiche che confermano ancora una volta la bontà delle strategie messe in atto dal 2017 dai nuovi vertici aziendali”. “Ringrazio Agsm per l’ampio piano industriale illustrato, sia in termini territoriali, sia in termini temporali, indice di lungimiranza amministrativa che garantisce un doppio servizio alla città di Verona – ha detto l’Assessore Francesca Toffali – da un lato, offrendo un servizio di fondamentale importanza nelle case e nelle aziende veronesi come la distribuzione e la vendita di energia, dall’altro contribuendo in maniera importante al Bilancio Comunale con utili che, come accaduto in occasione dell’ultimo bilancio aziendale approvato, hanno garantito 13,5 milioni di euro al Comune di Verona”.

Foto2

Nuova illuminazione in Strada Le Grazie

E’ stata completata nelle scorse settimane l’installazione del nuovo impianto di illuminazione pubblica in Strada Le Grazie. I tecnici di Agsm Lighting -società del Gruppo Agsm che si occupa del servizio di illuminazione pubblica- hanno installato dieci nuovi punti luce con sorgente luminosa a led. Dall’ingresso del complesso sportivo delle piscine Le Grazie fino al sottopasso dell’autostrada, i dieci nuovi apparecchi ora illuminano il tratto di strada, precedentemente sprovvisto di illuminazione.

“Un lavoro importante, quello che presentiamo oggi, in cui Agsm Lighting insieme al Comune di Verona ha dimostrato di lavorare al meglio per rendere le strade della nostra città, dei nostri quartieri e della nostra periferia ancora più sicure -commenta il Presidente del Gruppo Agsm Michele Croce– Continueremo con questo impegno perché siamo l’azienda dei veronesi e

Foto3

uno dei nostri obiettivi è sicuramente quello di migliorare la qualità della vita dei cittadini e delle aziende del nostro territorio”.

“Il nuovo Consiglio di amministrazione di Agsm Lighting si è insediato da due mesi -spiega Filippo Rigo, presidente di Agsm Lighting- e questa è la prima uscita pubblica. Oltre a me, ne fanno parte la vicepresidente Martina Rigo ed il consigliere Luca Corocher. Agsm Lighting opera a Verona e in altri undici comuni della provincia promuovendo l’efficienza degli impianti tramite l’introduzione dei led che permettono un risparmio del 50 – 70 per cento rispetto ai sistemi tradizionali. L’impegno della nostra società sarà concentrato a garantire la sicurezza dei cittadini nel rispetto dell’ecosostenibilità e del risparmio energetico. Strada le Grazie ne è un esempio: prima non era illuminata ora invece gode di dieci nuovi punti luce permettendo un risparmio del 50% rispetto ai sistemi tradizionali”.

I dieci nuovi punti luce, della potenza di 39,5 watt ognuno per un totale di 395 watt, sono stati installati su pali alti 8 metri. La tecnologia adottata da Agsm Lighting -sorgente luminosa a Led ad alta efficienza- permette di risparmiare, a parità di prestazione luminosa, il 50 per cento rispetto alla tecnologia tradizionale e conferma la scelta del Gruppo Agsm di investire nel risparmio energetico e nel rispetto dell’ecosistema.

Nelle scorse settimane sono stati completati anche i lavori per la posa del nuovo impianto di illuminazione pubblica sulla pista ciclo pedonale di via Legnago, in via Ponte San Pancrazio, in lungadige Attiraglio e nell’area cani di via Milani.

 

image002

Nuovo Consiglio di amministrazione per il Gruppo Agsm

Si sono insediati il 28 agosto il nuovo Presidente e il nuovo Consiglio di amministrazione del Gruppo Agsm alla presenza dell’assessore alle partecipate Daniele Polato.

Alla guida della più importate multiutility di Verona Michele Croce, affiancato dal vice presidente Mirco Caliari. Membri del nuovo consiglio di amministrazione: Maurizio Giletto, Francesca Vanzo e Stefania Sartori.  

“Abbiamo nominato Michele Croce nuovo presidente di Agsm”, ha spiegato l’assessore Polato,

IMG_8226

“e ratificato i consiglieri. Inoltre, abbiamo dato indirizzo di contenimento delle spese e abbiamo fornito indicazioni di maggiore coordinamento da parte di Agsm con tutte le società del Gruppo. Sia il presidente Croce sia i consiglieri saranno subito al lavoro mettendo a disposizione della Società -e quindi di tutti i cittadini- le loro competenze. Poche chiacchiere e tanti fatti: saremo giudicati dai numeri e dalla qualità della nostra scelta perché sia il Presidente sia i Consiglieri hanno le giuste caratteristiche per governare nel migliore dei modi. Sulla fusione con Aim il colloquio tra i due sindaci è aperto e costante. Abbiamo ricevuto i documenti solo la scorsa settimana e spero che il sindaco Variati abbia la pazienza di aspettare che il CDA di Agsm e il Comune di Verona si prendano il tempo necessario per valutare al meglio la scelta nel solo interesse delle due società e dei cittadini”.

“Agsm è la principale Azienda del Comune di Verona, madre di tutte le altre società, attorno alla quale ruota la nostra città”, ha commentato Michele Croce, neo presidente di Agsm. “Per noi è una forte responsabilità e sia io sia tutti i consiglieri metteremo massima disponibilità e impegno. Sono tre le parole d’ordine che voglio suggerire a me stesso: trasparenza nei confronti del Socio unico e quindi di tutti i cittadini, razionalizzazione dei processi produttivi e delle spese e sviluppo. La prima cosa da valutare poi è la fusione con Aim davanti alla quale non ho pregiudizi né preconcetti: analizzeremo se il progetto è effettivamente la scelta migliore per Agsm. La seconda questione riguarda la nomina di un direttore generale, carica al momento assente e coperta dal procuratore interno facente funzioni Daniela Ambrosi. Per questa nomina, procederemo con selezione pubblica ricercando sul mercato solo il meglio per l’intero Gruppo. Terzo ma non meno importante, punteremo a garantire un servizio sempre più ottimale ai cittadini di Verona. Sono onorato della mia squadra e ho già comunicato loro che non sarò un uomo solo al comando ma userò il metodo collegiale per ogni scelta, sia all’interno dell’azienda col CDA sia all’esterno con il Comune, cercando inoltre di attuare al meglio la condivisione tra tutte le aziende del Comune di Verona -per esempio su filobus, asfalti e sicurezza- sempre nell’ottica della razionalizzazione.”