Presentata ai cittadini di Affi l’offerta “Affi bond”

18 giugno 2018/ 0 0

Le imprese e le famiglie residenti ad Affi potranno partecipare al finanziamento dell’impianto eolico, della potenza complessiva di 4 MW, realizzato nel 2017 da Agsm nel comune di Affi. L’operazione replica uno schema già adottato con successo per il vicino impianto eolico di Rivoli realizzato nel 2013 e prevede un’emissione di obbligazioni (“Affi Bond”), per un importo sino a 1 milione di euro, ossia sino al 20 per cento del costo complessivo dell’impianto, pari a 5 milioni di euro. Le obbligazioni avranno durata di sei anni (dal 2018 al 2024). Il taglio delle obbligazioni offerte varierà tra tremila e trentamila euro cadauna. I titoli pagheranno una cedola annuale del 4,5%, il prestito sarà restituito contestualmente alla cedola del sesto anno. Le manifestazioni d’interesse dovranno pervenire entro il 30 settembre 2018 per consentire l’emissione delle obbligazioni entro il mese di ottobre. L’emissione è finalizzata a coinvolgere, anche sotto il profilo finanziario, la comunità locale che ha appoggiato e seguito con partecipazione ogni fase della progettazione, dell’iter autorizzativo e della realizzazione dell’opera. Con questa iniziativa Agsm conferma e rafforza lo stile con cui ha sviluppato, e intende continuare a sviluppare, impianti da

PHOTO-2018-06-15-10-30-44PHOTO-2018-06-15-10-30-45 2

fonte rinnovabile: cura della progettazione, minimizzazione dell’impatto ambientale, attenzione all’inserimento paesaggistico e alla fruibilità dell’impianto a residenti e turisti, e, soprattutto, coinvolgimento delle comunità locali in ogni fase: dalla progettazione sino al finanziamento stesso dell’investimento. Nella stessa serata  Agsm ha anche presentato ai cittadini la possibilità di diventare clienti di Agsm Energia acquistando l’energia elettrica direttamente prodotta dall’impianto, come da certificazione di origine, (definita nella serata “a km zero”), pagandola al prezzo cui sarebbe stata venduta all’ingrosso, ossia al Prezzo Unico Nazionale (Pun). Con l’entrata in funzione dell’impianto di Affi, Agsm ha superato i 100 GWh/anno di produzione da fonte eolica, pari a circa il 40 per cento della propria produzione di energia da fonti rinnovabili (che a sua volta rappresenta il 35 per cento della produzione complessiva di energia del Gruppo). “La finalità primaria dell’emissione obbligazionaria è consentire la partecipazione di chi vive e opera nel territorio a un progetto che riguarda un aspetto importante della vita comunitaria come è il consumo di energia”, ha dichiarato il presidente di Agsm Michele Croce. “Riteniamo che anche attraverso uno strumento di natura finanziaria si possa incrementare la conoscenza e la sensibilità delle persone verso i temi della consumo sostenibile”.