Premiazione concorso internazionale centrale termoelettrica del Mincio

7 maggio 2018/ 0 0

Sabato 5 maggio, a Ponti sul Mincio, nella suggestiva cornice della Sala delle Colonne dell’Associazione Culturale “il Castello”, si è tenuta la premiazione dei vincitori del “Concorso internazionale di Idee” per la riqualificazione della ciminiera di 150 metri della Centrale Termoelettrica di Ponti sul Mincio. Alla cerimonia erano presenti i rappresentanti dei 26 studi professionali che hanno partecipato al Concorso e numerose autorità che, assieme ai rappresentanti delle aziende proprietarie della Centrale hanno espresso con soddisfazione un giudizio molto positivo circa l’elevata qualità dei lavori presentati.

“In qualità di rappresentate del Gruppo Agsm”, ha commentato Mirco Caliari, vice presidente del Gruppo Agsm, “sono molto soddisfatto di essere qui oggi per premiare sia i vincitori di questo concorso sia e soprattutto per congratularmi con tutti i professionisti che hanno partecipato con entusiasmo a questa lodevole iniziativa.  Noi di Agsm siamo orgogliosi di essere comproprietari della centrale termoelettrica del Mincio che, dal 1966, ci vede collaborare assieme ad A2a, a Aim Vicenza e a Dolomiti per produrre preziosa energia. Noi di Agsm, come gli altri rappresentanti delle società qui presenti, abbiamo fin da subito posto attenzione non solo alla produzione energetica, potenziando la centrale prima nel 1983 e poi nel 2003

foto1

ma abbiamo da sempre a cuore il suo inserimento e la sua armonia con il paesaggio e la natura che la circonda.  Il fatto che la centrale sia perfettamente inserita nel Parco del Mincio dimostra come siamo riusciti a conciliare le esigenze industriali con il rispetto dell’ecosistema, del territorio e del paesaggio circostanti. Sono infine molto soddisfatto delle proposte di riqualificazione della ciminiera che ci sono arrivate e soprattutto dell’idea vincitrice che trasformerà la ciminiera in “Torre Belvedere”. Noi di Agsm collaboreremo -com’è nostra consuetudine- perché da stato di progetto diventi presto realtà concreta”.

Hanno presenziato anche i componenti dello Studio Associato Architetti Cigognetti, Piccardi, Vitale che, su commissione della Proprietà della Centrale e d’intesa con il Comune, il Parco del Mincio e la Provincia di Mantova, hanno realizzato gli elaborati progettuali indispensabili per ottenere, la positiva valutazione dell’impatto paesaggistico del progetto di riqualificazione da parte dei Ministeri competenti.

Significative le parole di apprezzamento da parte del Dr. Maurizio Pellizzer, Presidente del Parco del Mincio che ha poi dato la parola all’Arch. Bruno Agosti, portavoce della Giuria, per la lettura delle motivazioni e la premiazione dei vincitori. L’idea progettuale vincitrice del Concorso è risultata “Il Giardino nel Cielo”, presentata dagli Architetti Carlo Deregibus e Silvia Sgarbossa. La seconda proposta progettuale classificata “Landmark Parco del Mincio” proposta dall’Ing. Lamberto Cremonesi. Infine, la terza posizione è stata assegnata a: “The Outlook Tower”, degli Architetti Fabrizio Schiaffonati, Luca Baio, Giovanni Castaldo e Sara Cecilia Ferrari. Oltre ai primi tre classificati, la Commissione giudicatrice, come previsto dal Bando, ha assegnato due “Premi Speciali” ad una proposta presentata da giovani professionisti e alla proposta presentata da artisti. Tutti i vincitori sono stati premiati dalle autorità presenti con la consegna di una targa appositamente realizzata, una significativa testimonianza del risultato raggiunto che si aggiunge al premio economico stabilito dal Bando. Il Concorso ha fornito diversi spunti progettuali interessanti ed originali che contribuiranno a conferire alla Ciminiera una nuova connotazione. Un risultato che permetterà di trasformare la ciminiera esistente in “Torre Belvedere”, valorizzando ulteriormente anche tutta l’area circostante, grazie alla sua nuova connotazione di “Porta Settentrionale del Parco del Mincio e del Mantovano”. Inizieranno ora le attività di predisposizione del progetto dell’opera ed il successivo avvio della gara per l’assegnazione dei lavori di realizzazione della nuova struttura.

La riqualificazione della ciminiera di 150 metri della Centrale Termoelettrica di Ponti sul Mincio, proposta dalle aziende proprietarie della Centrale in alternativa alla sua demolizione, è stato un progetto fortemente sostenuto dagli Enti maggiormente coinvolti a livello locale: Comune di Ponti sul Mincio, Parco del Mincio e Provincia di Mantova, che ha visto anche l’attiva partecipazione della Regione Lombardia e del Ministero dei Beni Culturali ed Ambientali e del Turismo (MiBACT).

Qui sono visibili i progetti 

Foto2foto3foto4