Potenziata la centrale di teleriscaldamento Agsm di Centro Città

17 gennaio 2017/ 2 0

Sono terminati le scorse settimane i lavori per l’installazione di cinque nuove pompe di calore presso la centrale di cogenerazione Agsm di Centro Città.

Grazie alle nuove pompe di calore si aggiungono 2 megawatt di potenza termica alla centrale che sarà così in grado di produrre un totale di circa 4 milioni di chilowattora termici all’anno recuperando calore dai circuiti di raffreddamento a bassa temperatura dei 5 motori Rolls Royce della centrale che, prima di questo intervento, veniva disperso in atmosfera.

IMG_2415-17-01-17-01-02

Il Centro Storico di Verona è alimentato da questa centrale, costruita nel 1988, che dispone di una potenza elettrica di 11,2 megawatt e di una potenza termica complessiva di 36,5 megawatt. E’ in grado di produrre energia per 13.000 famiglie e calore tramite il teleriscaldamento, sufficiente al fabbisogno di 9.000 famiglie.

Nelle centrali di cogenerazione si generano, come dice il nome stesso, contemporaneamente due prodotti: energia elettrica e calore. Gran parte del calore prodotto dai motori viene recuperato e immesso nella rete di teleriscaldamento. Teleriscaldare significa infatti utilizzare il calore recuperato dai circuiti di raffreddamento dei motori delle centrali elettriche e dai fumi della combustione, convogliandolo, tramite tubazioni termicamente isolate, agli impianti di riscaldamento degli edifici. Agsm opera in questo settore dal 1975 e dispone di 5 centrali di proprietà in vari quartieri della città.

Agsm gestisce il servizio di teleriscaldamento attraverso 80 chilometri di rete propria servendo più di 1400 edifici/condomini allacciati, per una volumetria di oltre 12 milioni di metri cubi (circa il 15 per cento della città).

Grazie al teleriscaldamento si eliminano le caldaie dagli edifici assicurando così un ridotto impatto ambientale con le moderne tecnologie. Agsm si colloca al quinto posto nazionale nella classifica delle città più teleriscaldate.

Chi è servito dal teleriscaldamento può contare su Agsm 24 ore su 24 per 365 giorni all’anno.

“Le nuove pompe di calore installate nella nostra centrale di Centro Città”, spiega Fabio Venturi, presidente del Gruppo Agsm, “rappresentano un passo in avanti nella strada dell’innovazione tecnologica. Siamo tra le prime società in Italia ad applicare questa tecnologia in una centrale di cogenerazione e di questo dobbiamo andare tutti molto fieri. Questo intervento”, conclude Venturi, “permette di evitare l’emissione in atmosfera di 1000 tonnellate di anidride carbonica e un risparmio di gas metano di oltre mezzo milione di metri cubi all’anno. Analoghi impianti verranno realizzati quest’anno in altre due nostre centrali, quella di Banchette e di Golosine. Il nuovo impianto di Centro Città è costato circa 600.000 euro e verrà ripagato in meno di 5 anni attraverso i risparmi sui consumi di gas metano. La vita utile prevista delle macchine è di 21 anni”.