Via col vento a Affi

25 ottobre 2016/ 3 0

Due nuovi aerogeneratori sono in arrivo nel comune di Affi. Dopo i quattro già in funzione dal 2013 sul monte Mesa, nel comune di Rivoli, nei prossimi giorni inizieranno i lavori per la posa delle due nuove macchine sul monte delle Danzie, ad Affi.

“I due nuovi aerogeneratori in qualche modo sono il completamento dell’impianto eolico di Rivoli”, spiega Fabio Venturi, presidente di Agsm, “e andranno a posizionarsi, se si guarda la Val d’Adige, a sinistra rispetto a quelli già presenti.

foto-affi

Siamo molto contenti di essere riusciti a completare il progetto e non vediamo l’ora di iniziare a produrre energia pulita, questa volta nel territorio del comune di Affi, anche con questo nuovo impianto. Sono state inviate in questi giorni le notifiche ai proprietari dei terreni per l’immissione in possesso dei terreni necessari ai lavori, come previsto per gli impianti di pubblica utilità. Parallelamente sono state inviate da Agsm comunicazione di rassicurazione ai proprietari che hanno già firmato un contratto preliminare con noi per la cessione dei terreni: a breve saranno chiamati per concludere la cessione ed interrompere così la procedura di esproprio. Auspichiamo e contiamo di chiudere bonariamente con tutti”.

“Questo progetto si è sviluppato dal 2007 al 2013”, commenta Giampietro Cigolini, direttore generale di Agsm, “ma ha dovuto attendere quattro lunghissimi anni per poter accedere agli incentivi destinati a promuovere la produzione di energia da fonti rinnovabili ed essere quindi realizzabile. I registri per la richiesta dei contributi, che contribuiscono significativamente alla sostenibilità dell’impianto, sono rimasti nel cassetto del legislatore fino a pochissimi giorni fa e ora siamo pronti per iniziare i lavori preliminari per l’installazione degli aerogeneratori. Ho firmato oggi la aggiudicazione della fornitura dei due aerogeneratori alla stessa ditta, Senvion, e per lo stesso modello, MM92, di quelli di Rivoli, in modo da garantire il miglior inserimento paesaggistico e la miglior percezione visiva dell’insieme dei due impianti”.

Le caratteristiche tecniche degli aerogeneratori sono le stesse dei quattro di Rivoli: 2 megawatt di potenza ciascuno (per complessivi 4 megawatt), 78 metri di altezza per le torri fino alla navicella e 92 metri il diametro del rotore.

“Grazie all’entrata in funzione di questo impianto”, commenta Marco Giusti, direttore ingegneria e sviluppo rinnovabili del Gruppo Agsm, “la produzione eolica degli impianti Agsm passerà da 97 gigawattora all’anno a 103 arrivando al 25 per cento dell’intera produzione di Agsm, bel oltre gli obiettivi nazionali ed europei. Questi aereogeneratori”, conclude Giusti, “sfrutteranno le medesime brezze che hanno reso famoso il lago di Garda ossia il Peler e l’Ora. Lavoreranno prevalentemente di notte, in alta pressione, grazie alla differenza di temperatura tra le montagne trentine e la valle padana”.

La stima della produzione dell’impianto eolico di Affi è stata fatta grazie alle misure raccolte da due anemometri montati sul sito. Grazie ai sistemi di modellazione numerica di Agsm è stata stimata una produzione di circa 6.200.000 chilowattora annui, che potrebbero soddisfare il fabbisogno energetico di circa 6.800 persone.

L’importo complessivo dell’investimento è di circa 5,7 milioni di euro.

L’impianto eolico di Affi entrerà in funzione presumibilmente nella primavera 2017.